Addio a Luigi Necco

Regolare Commento Stampare

Necco raggiunse una grande notorietà negli anni '80 quando divenne l'inviato alle partite del Napoli di Maradona nella storica trasmissione '90° minuto', che gli permise di raccontare i 2 e Scudetti azzurri nel 1987 e 1990.

E' morto il giornalista Luigi Necco, storico giornalista sportivo, stroncato da una grave una insufficienza respiratoria presso l'Ospedale Cardarelli di Napoli.

Addio a Luigi Necco
Addio a Luigi Necco

Negli anni '90 ha condotto anche il programma Mi manda Raitre, in onda appunto sulla terza rete della televisione di stato, per poi passare a Mediaset, dove per un breve periodo fece le dirette dai campi per Buona Domenica. Necco chiese infatti a Maradona se a segnare fu: "La mano de Dios o la cabeza de Maradona". "Las dos" (Tutte e due), rispose El Pibe de Oro. Infine, le sue ultime apparizioni in Tv, sono state a Canale 9. Il 29 novembre 1981 fu gambizzato ad Avellino da alcuni uomini collegati poi al mafioso Raffaele Cutolo, di cui Necco pochi giorni prima aveva raccontato un incontro con l'allora presidente dell'Avellino Calcio Antonio Sibilia. Necco era nato a Napoli l'8 maggio del 1934. Durante una pausa dell'udienza Sibilia saluta il boss con tre baci sulla guancia e gli fa consegnare dal calciatore una medaglia d'oro con dedica "A Raffaele Cutolo dall'Avellino calcio".