Iran: figlia di un magnate muore in incidente aereo

Regolare Commento Stampare

L'ultima foto, scattata sabato in un hotel extralusso di Dubai, la ritrae con le sette amiche che con lei erano volate negli Emirati per celebrare il suo addio al nubilato. Poi il silenzio sui social, interrotto da migliaia di messaggi sotto la foto di Mina e le amiche, quando la notizia della tragedia ha invaso i media turchi. Mina Basaran, 28 anni, era andata a Dubai a festeggiare le nozze imminenti e stava rientrando a Istanbul quando il velivolo, un Bombardier Challenger 604 - di proprietà del gruppo Basaran - si è schiantato tra le montagne di Zagros, a oltre 400 chilometri a Sud di Teheran.

Nell'incidente hanno perso la vita anche i tre membri dell'equipaggio, tutte donne.

Si tratta di una zona abbastanza isolata sul monte Helen, nella catena dei monti Zadros.

Stavano tornando da un addio al nubilato di una loro amica, ma il jet privato sul quale viaggiavano si è schiantato, per cause ancora da accertare, su una montagna nel sudovest dell'Iran dopo aver preso fuoco.

Il padre di Mina Basanar, Huseyn Basaran è un finanziere e imprenditore molto noto in Turchia, proprietario e amministratore delegato della Holding Company che porta il suo nome, ha sede a Istanbul e opera in diversi settori, da quello dell'energia a quello delle costruzioni e a quello alberghiero. L'aereo, hanno fatto sapere, era bruciato e per identificare le vittime servirà probabilmente l'esame del Dna. Ex patron della squadra di calcio del Trabzonspor, Basaran possiede anche una società che controlla la Bahrain Middle East Bank BSC, una piccola banca di investimenti. Anche la figlia occupava un ruolo all'interno dell'azienda. Ignote al momento le cause dell'incidente.