Elezioni 2018 risultati: Piazza Affari apre in negativo, banche sotto pressione

Regolare Commento Stampare

Forti ribassi per Banco Bpm (-4,99%), Bper Banca (-4,38%) e Mediaset (-4,28%).

Partenza negativa - ma con un ribasso tutto sommato contenuto - per Piazza Affari, che sottoperforma le altre borse europee all'indomani delle elezioni politiche, che hanno segnato l'affermazione del M5s e il dominio della Lega nel centrodestra, ma che non indicano una maggioranza chiara per la formazione del prossimo governo. L'indice Ftse Mib segna un -0,54% a 21.793 punti, mentre l'All Share registra un -0,49% a 23.946 punti. Parigi -0,39% a 5.116 punti.

La settimana prende il via in consistente calo per le Borse asiatiche, che ancora pagano l'annuncio del presidente americano Donald Trump in tema di dazi sull'acciaio e sull'alluminio. Tokyo ha perso lo 0,66% a quota 21.042 punti.

Il benchmark europeo Stoxx 600 sale dello 0,1%.

Il petrolio sale a 61,38 dollari per il barile Wti e a 64,53 dollari per il Brent. Ridotto il passivo dopo la prima fase iniziale. Lo spread tra Btp e Bund apre in deciso rialzo a 143 punti base (131 punti base la chiusura di venerdì scorso), risentendo dell'esito del voto in Italia.