Gasperini: "Percentuali di qualificazione? Loro 51, noi 49"

Regolare Commento Stampare

Il ko per 3-2 rimediato in casa del Borussia Dortmund pone sì i tedeschi in vantaggio in vista del match di ritorno in Europa League, ma gli orobici sono consapevoli di avere le carte in tavola per ribaltare il risultato e sognare il passaggio del turno. Giampiero Gasperini, tecnico dei nerazzurri, ci crede.

Sull'atteggiamento. "Il fatto che sia un appuntamento così importante è motivo d'orgoglio, per noi resta una partita di calcio, come tale va interpretata e preparata".

"Tutto quello che è il contorno - ha continuato il Gasp - tutto quello che gira intorno a noi, tutta questa attesa fatta di grande entusiasmo non deve distrarci: dobbiamo pensare alle nostre energie e focalizzarle tutte in quella che è la gara". Poi sulle indicazioni scaturite dall'andata: "È stato utile, perché ci sono stati movimenti favorevoli a noi e poi a loro".

L'Atalanta è chiamata all'impresa domani contro il Borussia Dortmund.

Batshuayi ha realizzato una doppietta all'andata, ma il Borussia ha recentemente recuperato anche il talento di Reus: "Se gli sarà riservata una marcatura particolare?" Questa è la forza del Dortmund, molto poggia sulla fase offensiva e d'attacco, dove sono veramente bravi. "Ciò che è certo è che dovremo commettere qualche errore in meno rispetto alla partita d'andata, servirà grande attenzione". "Cinquantuno a quarantanove, per loro".

Sul punto più alto della carriera. Tifosi, società, squadra. Non era previsto, ma siamo qui con le nostre forze. Il nostro atteggiamento di Dortmund è stato ottimo, con due gol e situazioni importanti in uno stadio complicato e per noi inusuale.

Sulla rivincita. "È una gara molto importante, abbiamo possibilità di fare una grande partita". Abbiamo pagato gli errori, ma tutto è ancora aperto e abbiamo buone possibilità di andare avanti.