Olimpiadi invernali: Federica Brignone bronzo nello slalom gigante

Regolare Commento Stampare

Nel gigante dominato dalla fuoriclasse americana Mikaela Shiffrin, secondo posto per la norvegese Ragnhild Mowinckel (a 39 centesimi dalla vincitrice) e medaglia di bronzo per Federica Brignone (staccata di 46). Ma che non le ha impedito, a vent'anni dall'ultima volta (oro di Deborah Compagnoni a Nagano 1998), di rimettere il tricolore su un podio olimpico nello slalom gigante femminile.

La seconda manche ha leggermente scompaginato le carte, facendo scivolare Manuela Moelgg in ottava posizione e permettendo a Viktoria Rebensburg di risalire sino a un posto ai piedi del podio: tedesca che arrivava da favorita e che ha lasciato troppi decimi nella prima prova. "Non riesco a esprimermi, quando ho visto sette centesimi ero veramente dispiaciuta, perché speravo di essere davanti".

PATTINAGGIO VELOCITÀ, ALTRO BRONZO - Nel frattempo l'Italia mette in bacheca un un'altra medaglia, sempre di bronzo, con Nicola Tumolero, terzo nei 10mila metri del pattinaggio di velocità. Infine una promessa:"La festa non è finita, io ho ancora tante gare".

Quarta medaglia per la spedizione olimpica azzurra alle Olimpiadi Invernali di Pyeongchang, in Corea del Sud. Sesto crono per Peter Fill, molto male Cristof Innerhofer, solo diciassettesimo. Al termine della prima manche c'era Manuela Moelgg al comando, con Mikaela Shiffrin seconda e Federica Brignone terza. Ma la 34enne finanziera ha sbagliato tutto e il bronzo e' andato alla sua Fede. E se dalle donne una medaglia è arrivata, dagli uomini jet no. La discesa libera non regala infatti soddisfazioni azzurre, e lascia l'amaro in bocca a Dominik Paris che resta ai piedi del podio.

"Si parte senza alcuna pressione di risultato. e chissà che la magia olimpica non faccia qualche sorpresa".