Grande evento Better, le emozioni del basket con le Final Eight

Regolare Commento Stampare

Dall'altra parte c'è una Bologna che ha ritrovato Alessandro Gentile nell'ultima giornata dopo la squalifica, ma che ha perso Pietro Aradori proprio alla partenza per la Coppa Italia. L'avventura di Firenze finisce qui: la Vanoli trionfa 82-89.

Overtime 8-15 Henry Sims apre il supplementare, Leunen impatta e si procede punto a punto. Da una parte una Reyer che si è ritrovata in campionato con tre vittorie consecutive e che approccia nel miglior modo possibile a questa Final Eight. Johnson-Odom pareggia dalla lunetta, poi Fesenko restituisce il favore agli avversari facendosi fischiare un tecnico. Ora è la Vanoli avanti di 4 (82-86). Rich riporta avanti Avellino (66-65) quando mancano due minuti. Avellino accusa il colpo, Cremona chiude 82-89.

Ultimo quarto 21-23 Fontecchio e Wells aprono l'ultimo periodo che si preannuncia in volata. Nei primi minuti, con le triple di D. Diener e Ricci (34') la Vanoli sorpassa 58-61.

Inoltre, nel giorno di San Valentino, il 14 febbraio alle 15, davanti all'ingresso del palasport fiorentino, l'associazione Nelson Mandela Forum ha iniziato i festeggiamenti per il centenario della nascita del dirigente politico sudafricano, con l'inaugurazione del Mandela Memorial: una fedele riproduzione del luogo di detenzione nel carcere di Robben Island dove Mandela fu rinchiuso per 16 anni. Il loro roster è buono e il loro coach, Sacchetti, che io adoro per la sua capacità di sdrammatizzare sempre ironicamente le situazioni difficili, li gestisce in maniera molto intelligente. Alla fine, il punteggio al termine è di 74-74. Si risveglia Fitipaldo, ma alla terza sirena il divario tra le due squadre è di appena un possesso. Martin, in contropiede, amplia il break della Vanoli: 41-39.

Marcatori - Avellino: Rich 26, Fesenko 19. Si disputa un secondo quarto con sorpassi e controsorpassi nel punteggio. Coach Sacripanti chiama time out (22 a 25).

Marcatori - Avellino: Fesenko 10, D'Ercole 6. Rich si sveglia dal torpore e regala un nuovo vantaggio con un parziale di 8 a 0 tutto suo. Nell'ultimo quarto, i lombardi di Sacchetti riescono a compiere il sorpasso ai danni dei biancoverdi. La Sidigas accelera: tripla di D'Ercole (tre su quattro dalla lunetta) e poi schiacciata di Fesenko (37-30 al 18'). Grande reazione di Cremona con Sims (canestro e libero), libero di D. Diener e tripla di Odom per il 66-71. Ricci e Johnson Odom suonano la carica con due canestri di fila (20 a 12).