Corruzione e voto di scambio, perquisizioni in corso: scandalo pre elezioni?

Regolare Commento Stampare

Perquisito l'ufficio del consigliere regionale di Fdi, Luciano Passariello.

La Procura. In merito alla vicenda, il procuratore Melillo ha comunicato che la Procura della Repubblica di Napoli sta procedendo al "compimento di atti di perquisizione e sequestro finalizzati alla verifica di plurime e articolate acquisizioni informative e rivelatrici dell'esistenza di accordi corruttivi diretti al controllo illecito degli appalti pubblici nel delicato settore del trasporto e dello smaltimento rifiuti in Campania".

L'inchiesta, coordinata dal procuratore Giovanni Melillo e dall'aggiunto Giuseppe Borrelli, è dei pm Sergio Amato, Ivana Fulco, Celeste Carrano, Henry John Woodcock e Ilaria Sasso del Verme.

Secondo "Il Mattino" si tratta di un'inchiesta su voto di scambio e traffico di rifiuti e riguarderebbe l'ultima campagna elettorale a Napoli. Così sono entrati in contatto, tra gli altri, con l'entourage di Luciano Passariello, uno degli uomini più vicini a Giorgia Meloni a Napoli. Stando a quanto riportato dal Fatto Quotidiano, il sito sarebbe in possesso di video dove personaggi gravitanti a vario titolo attorno alla società chiedevano la loro "quota" per concludere "l'affare" proposto dai giornalisti-finti imprenditori. Le indagini affidate allo Sco ed alla Polizia coinvolgono alcuni esponenti politici del Centrodestra, quasi tutti candidati alle elezioni politiche del 2018. Nell'ambito dell'inchiesta - in cui è coinvolta anche la Sma, società regionale per la tutela dell'ambiente - sono state eseguite oggi perquisizioni da agenti dello Sco presso uffici regionali.