Daria Bignardi come Nadia Toffa: "Ho avuto un tumore, perciò vestivo così"

Regolare Commento Stampare

Daria Bignardi, nota conduttrice televisiva e scrittrice, ha rivelato di aver avuto un cancro e di aver fatto la chemioterapia.

Il tumore al seno l'ha segnata.

'Ho scoperto di avere un tumore facendo una mammografia di controllo appena terminata l'ultima stagione delle Invasioni barbariche', ha affermato Daria Bignardi a Vanity Fair. "Ho superato una malattia seria, ma al tempo stesso molto comune" ha aggiunto poi la Bignardi. La storica conduttrice de Le Inviasioni Barbariche ha infatti scoperto qualche anno fa di avere un tumore al seno e la sua esperienza, adesso, l'ha voluta raccontare attraverso le pagine del suo libro. Daria Bignardi dice anche: "La chemioterapia fa schifo, ma serve". Sei mesi dopo, a una settimana dall'ultima chemioterapia, mi è arrivata la proposta di Campo Dall'Orto per dirigere Rai Tre. A 57 anni compiuti proprio oggi, la Bignardi festeggia un nuovo traguardo letterario, con la pubblicazione della sua sesta opera dal titolo "Storia della mia ansia": "Per me è il mio libro più importante", ammette. Accetta solo dopo essere guarita, ma quando si presenta ai palinsesti con un nuovo look, i capelli corti e grigi, tutti scrivono: "Ha un look horror". In alcuni casi addirittura ammette di essersi dispiaciuta per loro, e del fatto che si sarebbe preoccupata se avessero scoperto la verità sul suo conto. Curarsi o operarsi non è di certo divertente e non ho rimosso niente, ma ho elaborato tutto anche scrivendo questo libro.

"Il giorno della nomina, quando c'è stata la conferenza stampa a Roma, avevo la parrucca - ricorda - L'ho portata per diversi mesi, era molto carina, capelli identici ai miei, anzi più belli". Poi andando avanti e indietro in continuazione tra Milano e Roma, a gestire 'sta parrucca, a un tratto, non ce l'ho fatta più - sottolinea - Un bel giorno l'ho tolta dalla sera alla mattina e mi sono presentata al lavoro con i capelli corti e grigi che stavano ricrescendo sotto. Ma non ho dato spiegazioni, tranne che ai miei vicedirettori, coi quali eravamo diventati amici.

Per quanto riguarda le critiche ricevute dopo il suo taglio di capelli corto e brizzolato, Daria Bignardi afferma di essere vaccinata da questo tipo di cose: "Chiunque compare, soprattutto oggi, è oggetto di una tale massa di critiche che non bisogna esserne toccati davvero". Sono materna. E quindi rompiscatole.