Iscrizione scuola ecco cosa fare. Primo: non è una gara

Regolare Commento Stampare

Coloro che hanno un'identità digitale SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) potranno accedere con le credenziali del gestore che ha rilasciato l'identità. Inutile dunque affannarsi. Anche quest'anno il Ministero ha messo a disposizione delle famiglie un sito dedicato (www.iscrizioni.istruzione.it) con tutte le informazioni utili per lo svolgimento della procedura e con una sezione specifica per le domande frequenti. Il termine per compilare la modulistica è fissato alle ore 20 di martedì 6 febbraio e sul portale del ministero dell'Istruzione si potrà anche fare domanda per i corsi dei Centri di formazione professionale regionali.

Hanno avuto il via libera alla sperimentazione già 100 classi: 44 al Nord, 23 al Centro, 33 al Sud. In particolare tre video tutorial illustrano la procedura passo dopo passo. Si tratta di 75 indirizzi liceali e 25 indirizzi tecnici.

Primo esperimento di apertura alla città degli spazi di cantiere ai più piccoli, l'idea è anche quella di far innamorare i giovanissimi visitatori della Storia, coinvolgendoli e rendendoli protagonisti, senza libri né applicazioni digitali, per contrastare il disagio che un cantiere edile, di nuova costruzione o di restauro, sempre comporta nel contesto in cui si colloca, rendendolo un momento di conoscenza, di valorizzazione e di divulgazione tecnica e artistica. Per altre 92 classi il Ministero chiederà al Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione il parere per includerle nella sperimentazione.

Una volta effettuata la registrazione, si può procedere cliccando sul bottone "Accedi al servizio" e digitando le proprie credenziali. Il sistema di iscrizioni online comunicherà di aver inoltrato la domanda di iscrizione verso le scuole indicate come seconda o terza opzione.

Il modello per l'iscrizione consta di due parti: nella prima viene richiesto di inserire i dati anagrafici dell'alunno e altre informazioni necessarie per l'iscrizione. La scuola destinataria della domanda offrirà, per le famiglie prive di strumentazione informatica, un servizio di supporto, per accedere al quale occorre rivolgersi alla segreteria della scuola di stradario.

- Inoltrata: significa che la tua domanda di iscrizione è stata recapitata alla prima scuola scelta che, dopo la chiusura delle iscrizioni, inizierà a valutarla. Ma attenzione: una volta inviata dalla scuola, la domanda di iscrizione NON può più essere modificata. La famiglia riceve via e-mail tutti gli aggiornamenti sullo stato della domanda sino alla conferma di accettazione finale. Se una scuola, infatti, riceve più iscrizioni rispetto ai posti disponibili, il criterio di selezione viene stabilito dall'istituto in base a diversi criteri (es. vicinanza dalla scuola, presenza di fratelli, ecc.) che non includono quello dell'ordine di arrivo della domanda.