Regionali: In Lombardia LeU corre da sola con Rosati

Regolare Commento Stampare

Sono il leghista Attilio Fontana, ex sindaco di Varese, in Lombardia, e il presidente uscente della Regione, Nicola Zingaretti nel Lazio, i due corridori in testa nella competizione per le elezioni regionali, in programma nell'election day del 4 marzo. Lo ha deciso l'assemblea regionale del partito, riunitosi stasera. "Siamo dalla parte giusta quando fuori da qui diremo che Liberi e Uguali presenta la sua proposta per le politiche e per le regionali". Tra chi sta ancora dentro il Pd, aspettando solo il minuto in cui, se mai arriverà, Renzi toglierà il disturbo. L'incontro, trapela dallo staff del presidente, "potrebbe avvenire anche oggi stesso". E Pietro Grasso non ha la forza, la libertà, la fantasia di un leader capace di una mossa del cavallo, che spiazzi, stupisca, faccia discutere. Le scelte compiute dal Pd hanno rappresentato un ostacolo insormontabile. Segue dibattito difficile, con Stefano Fassina che avverte: "Se facciamo l'ammucchiata attorno al Pd senza una discontinuità non portiamo un voto". "Quindi chi vuole il centrosinistra mi dica grazie". Ma c'è un dato politico in questa Regione: il centrosinistra unito perde da 23 anni.

Durante il suo intervento in assemblea, Laforgia aveva precedentemente affermato: "Noi porteremo tutto il rispetto a Gori che si deve a un candidato di un'elezione democratica". "Gli elettori del centrosinistra li compattiamo tutti - ha detto -".

"Mi è stata chiesta la disponibilità, ho visto che c'è consenso sul mio nome e quindi venerdì dovrei essere nominato candidato", ha aggiunto Rosati. Non possiamo prescindere da questo. "Abbiamo concordato di ascoltare le indicazioni del territorio, domani ci saranno le assemblee sia in Lombardia che nel Lazio, poi prenderemo una decisione". Veniamo da una lunga stagione di sconfitte elettoral. Il centro sinistra, con Gori, può farcela.

Gori: "LeU da soli? Ringrazio tutti quelli che si sono spesi in questi giorni per favorire un'intesa, e poi noi andiamo dritti".

Continua a seguirci sui nostri social, clicca qui! In caso di corsa solitaria, i vertici di LeU "faranno fatica a spiegarlo ai loro elettori che in larga misura fanno il tifo perché invece ci sia un lavoro comune".