Falso allarme missilistico arriva sui telefonini alle Hawaii

Regolare Commento Stampare

Il falso allarme missile balistico non ha riguardato solo i telefonini di tutti coloro che si trovavano alle Hawai ma è stato trasmesso anche come ultim'ora sugli schermi di tutte le tv Usa, con un titolo che scorreva su fondo rosso ed il suono in sottofondo di una sorta di allarme.

Un crimine più che un errore perché siamo di fronte al classico gridare "al lupo, al lupo" a vuoto e che può rendere inutili questi dispositivi automatici nel caos di una minaccia autentica in uno Stato che ospita le principali basi militari Usa dell'intero oceano Pacifico.

Subito dopo il rappresentante democratico Usa Tulsi Gabbard, via Twitter, ha definito "falso" l'allarme. Restate lontano dalle finestre.

Paura alle isole Hawaii per un sms ricevuto sabato mattina, che avvertiva di un attacco missilistico imminente. "Ho avuto conferma - ha aggiunto - dai funzionari che non c'è alcun missile in arrivo". "Nessuno sta bombardando le Hawaii": così le autorità hanno tranquillizzato la gente in preda al panico. Tuttavia non è stato spiegato come ciò possa essere accaduto. A inizio dicembre, nelle Hawaii erano state svolte esercitazioni generali della popolazione in vista di un possibile lancio di missili balistici dalla Nord Corea.