Bundesliga, il Bayern Monaco ricomincia da tre contro il Leverkusen

Regolare Commento Stampare

Il Leverkusen e' rientrato in gara con il gol di Volland, al 25′ del secondo tempo: il suo sinistro e' stato sporcato da Martinez e poi deviato da Sule, il portiere e' stato spiazzato.

Cade così un vero e proprio tabù per i campioni di Germania: l'ultimo successo alla BayArena risaliva addirittura al marzo 2013.

I padroni di casa hanno provato ad impensierire i bavaresi con l'intensita. Una doppia maledizione che evapora in un colpo solo, nonostante l'assenza dell'infortunato Lewandowski: anche senza il polacco, la formazione di Heynckes si conferma dominatrice assoluta.

Il Bayern sbanda pericolosamente e arriva subito anche l'occasione per il pari con Havertz che ruba palla e lancia ancora Volland, la punta però questa volta è troppo lenta nello stop e si lascia recuperare da Boateng che sventa in calcio d'angolo. Ecco che la vittoria dei Roten può quasi rientrare nel novero dei corsi e ricorsi storici. Mettere in ginocchio il Bayer Leverkusen, però, non è stato mica facile: sotto di due reti a metà della ripresa, le Aspirine hanno prima accorciato e poi sfiorato più volte un pareggio che avrebbe avuto contorni epici. Del resto, la formazione di Herrlich è ormai lontana parente di quella battuta a metà agosto dall'allora squadra di Ancelotti: dopo 3 ko nelle prime cinque giornate, i rossoneri hanno poi infilato 6 vittorie e altrettanti pareggi. Al 32' il Bayern Monaco passa in vantaggio. Non sbaglia invece Ribery al 59', quando trova una prateria di fronte a sè in contropiede, converge sul destro evitando il ritorno di Tah e strozza il tiro sul primo palo per il raddoppio che gela la BayArena.

Lo stesso Volland e il neo entrato Alario andranno vicino al pareggio. A chiudere i conti e' stato Rodriguez con una punizione nel sette, calciata di sinistro.