Milan, Montolivo: "Gattuso? Ha dato più intensità"

Regolare Commento Stampare

"Credo che il confronto con il Milan vincente del passato abbia schiacciato un po' di squadre del passato - ha spiegato il centrocampista in un'intervista al Corriere della Sera -".

Il centrocampista rossonero si è anche soffermato sul clima che si respira a Milanello: "Tutti stiamo rendendo meno di quello che possiamo". Non mi va di fare distinzioni tra vecchi e nuovi, questo è stato un argomento usato all'esterno, ma prima la smettiamo di ragionare in questi termini meglio è per tutti. Ciascuno di noi deve lavorare su se stesso, pensare: "cosa posso fare io per la squadra e non cosa la squadra può fare per me". Lo spogliatoio è stato unito e sano sin da subito perché è composto da persone perbene. Ora viene il difficile, quando tutti si aspettano qualcosa di più da te e non devi smettere di lavorare e migliorarti. Sarà una gara complicata, ma Riccardo Montolivo si augura di poter andare più lontano possibile in questa competizione: "Dal punto di vista personale è un momento positivo".

Montolivo ha poi chiuso con una frecciatina indirizzata a Vincenzo Montella commentando il cambio modulo dopo la sconfitta in campionato contro la Lazio: "Sono state decisioni prese per cercare un'identità che non riuscivamo a trovare". "La società voleva identificare il capitano con un nuovo acquisto, per dare un'immagine nuova". Poi sul rapporto con Bonucci, suo erede nel ruolo di capitano, ha aggiunto: "Con Leonardo il mio rapporto è ottimo, ci conosciamo da tantissimi anni, abbiamo giocato anche in nazionale insieme, quindi non ci sono stati problemi per la fascia di capitano".

FASCIA DI CAPITANO - "Credo che non averla abbia levato dei pregiudizi nei miei confronti. C'è stato anche un periodo di sette o otto partite in cui sono rimasto fuori dal campo, ho totalizzato zero minuti e sicuramente non è stato facile".