Elisabetta Canalis: "Bobo Vieri mi tradiva"

Regolare Commento Stampare

Da allora, sono cambiate molte cose per la bella Elisabetta, che ha deciso di raccontarsi durante un'intervista rilasciata per "Quotidiano.net", al quale ha parlato della sua nuova vita negli Stati Uniti, ricordando anche qualche momento del suo passato. Forse perché essendoci così poco non stanco.

"Era uno molto allegro, diciamo, molto esuberante e molto sensibile al fascino femminile - dice Elisabetta Canalis di Bobo Vieri - Mi tradiva in continuazione, però non era molto bravo a nasconderlo. Comunque, a dire la verità, qualche schiaffo se l'è preso".

Con la piccola Skyler che adora, si definisce una 'mamma camionista': "Non sono una mamma chioccia, mentre mio marito è molto più ansioso, per esempio si allarma subito quando vede Skyler che maneggia un paio di forbicine".

Nel breve viaggio alla scoperta di usi e costumi della Giamaica, Elisabetta Canalis e Costantino della Gherardesca hanno ha avuto la possibilità di calarsi nei panni di due famiglie agli antipodi. "Non voglio fare né la vittima né la carnefice". Anni fa è capitato di incontrarlo a una cena. Ha fatto un po' il cretino, ha tentato delle avance ma normalissime, niente di particolare... Da un lato sono contenta che questo sistema sia emerso, perché la prossima volta un uomo potente, prima di chiedere favori sessuali a un'attrice agli esordi o a una modella, ci penserà due volte perché non vorrà rischiare di finire sui giornali.

"Le spose sono state scelte perché sono tutte delle donne estremamente forti, alfa, prepotenti, ciascuna con una sua peculiarità - ha dichiarato Costantino - Paola è una donna abituata al lusso, Eleonora una ipocondriaca al primo stadio, Valeria è un'icona, Elisabetta vive a Los Angeles nel lusso..." Da questo momento i coniugi della Gherardesca vivranno la vita della coppia appena comparsa e, ogni volta che riceveranno un nuovo portachiavi, tre volte, assumeranno l'identità delle coppie indicate, svolgeranno il loro lavoro, abiteranno nella loro casa, si prenderanno cura dei loro figli. Sono due cose diverse. Gli anni dell'università, inoltre, sono anche gli anni dei tantissimi casting, come quello fatto per il film di Leonardo Pieraccioni, Il Pesce innamorato.