Zarco vuole la Yamaha ufficiale: "A prescindere da Valentino Rossi"

Regolare Commento Stampare

Tra l'altro, in qualche gara è finito pure davanti ai piloti ufficiali (Rossi e Vinales), che nel frattempo erano in difficoltà con la M1 2017. Alla fine però, si resta nella normalità. "Per farlo, dovrò dimostrare l'intelligenza e la capacità di sfruttare al meglio il potenziale della moto".

Nel corso dell'intervista si parla anche di Valentino Rossi, argomento forte per la Yamaha.

IL RAPPORTO CON ROSSI - Infine, date le dichiarazioni dell'ultimo anno in cui più volte Valentino Rossi aveva "accusato" Zarco di essere un pilota troppo aggressivo, paragonandolo anche al pilota di F1 Verstappen non è mancata la domanda inerente il rapporto tra il pilota italiano e quello francese: "durante i test privati Yamaha in Malesia - ha concluso Zarco - ha osservato la mia frenata dietro di me e ha fatto questo commento, bello in effetti".

"La Yamaha aspetta la decisione di Rossi." - commenta il francese - "La mia carriera non dipenderà da questa scelta". Spetta a me convincerli stando davanti ai piloti ufficiali Yamaha.

I guai per Valentino Rossi non finiscono mai, il pesarese infatti sarà costretto a presentarsi nuovamente in tribunale dopo quanto accaduto per il suo Ranch. Quando lui parla, tutti gli ascoltano: rende famosi gli altri piloti. "Mi ha reso popolare ogni volta che apriva bocca, sia in positivo che in negativo".