Pericolo valanghe massimo (5) su Piemonte e Valle d'Aosta

Regolare Commento Stampare

Particolare cura e attenzione sono poste nelle zone a rischio slavine, dove gli operatori sono dotati di Arva (dispositivo elettronico che trasmette un segnale radio, utilizzato per la ricerca delle persone travolte da valanghe). Non sono stati registrati feriti, ma sono state evacuate cinque famiglie, per un totale di 29 persone.

Il condominio travolto, il Bellevue, si trova a poca distanza dalla strada provinciale 23 della Val Chisone, già precedentemente chiusa al traffico proprio per il maltempo. Ma la situazione resta difficile anche a Cogne e Cervinia, ancora isolate.

La perturbazione delle ultime ore ha portato in montagna oltre due metri di neve, un'altra anomalia dopo il 2017 da record per la siccità.

La massima attenzione è dunque sul fronte valanghe, perché ovunque il pericolo è marcato forte (valore 4 della scala di criticità).

Proseguono le nevicate oltre i 1300 metri di altezza, con depositi importanti alle alte quote e con previsione di ulteriori 80 centimetri entro domani mattina. La strada regionale è stata chiusa e la località turistica valdostana è attualmente isolata.

"Le escursioni, così come le discese fuori pista, sono fortemente limitate - specifica Aineva - ed è richiesta una grande capacità di valutazione locale del pericolo valanghe".

CERVINIA, NUOVA CHIUSURA - Chiusa la strada da Cervinia a Valtournenche, dalle ore 17.

La neve continuerà a cadere anche nella giornata di martedì con accumuli molto abbondanti specie sulle Alpi di Valle d'Aosta e Piemonte che in tutto vedranno più di 2 metri di neve fresca.