Pyongyang invia delegazione alle Olimpiadi Positivo il vertice tra le due Coree

Regolare Commento Stampare

Roma, 9 gen. (askanews) - La Corea del Sud sta valutando la possibilità di sospendere l'applicazione delle sue sanzioni unilaterali nei confronti della Corea del Nord durante le Olimpiadi invernali di PyeongChang, che si terranno tra il 9 e 25 febbraio, per consentire alla delegazione di Pyongyang di recarsi all'evento. Dalla Corea del Nord sono arrivate queste spinte in avanti: l'apertura di Pyongyang verso le Olimpiadi, l'intenzione di pace espressa nel discorso di Capodanno da Kim Jong-un alla nazione.

Le due delegazioni si sono incontrate nel villaggio dell'armistizio, ponendo termine a un silenzio che durava da circa due anni a causa della crisi nucleare e missilistica nordcoreana. Si tratta dei primi colloqui diretti ad alto livello tra le due Coree dal 2015. In questo senso, è ancora da definire se gli atleti rappresenteranno il Comitato olimpico nordcoreano e gareggeranno sotto la loro bandiera e l'inno nazionale. La Corea del sud ha proposto che gli atleti dei due paesi possano sfilare insieme in occasione delle cerimonie di apertura e di chiusura. Ri son-Gwon, a capo della parte nordcoreana, ha espresso una opinione contraria all'ipotesi di menzionare anche la denuclearizzazione della penisola, ha ricordato il governo di Seul. Sarà il vertice di "più alto livello" da oltre due anni, dato che la parte sudcoreana sarà guidata dal ministro dell'Unificazione Cho Myoung-gyon.

Dopo la prima seduta, i colloqui sono ripresi nel pomeriggio. Un tema che è stato ribadito nei giorni scorsi dallo stesso premier giapponese Shinzo Abe, secondo cui "il dialogo fine a se stesso non ha alcun significato, l'unica cosa che ha rilevanza è l'abbandono completo, documentato e irreversibile del programma nucleare". Una dichiarazione della Casa Bianca recita che entrambi i leader "hanno accettato di scalare la tensione sulle Olimpiadi e le nostre esercitazioni militari in modo che le forze degli Stati Uniti e della Repubblica di Corea potessero concentrarsi sulla sicurezza dei giochi".