Salone Libro, indagati Fassino e Parigi

Regolare Commento Stampare

L'ex sindaco di Torino Piero Fassino è indagato nell'ambito dell'inchiesta sul Salone del Libro.

Si tratta di uno dei tanti filoni dell'inchiesta sulla kermesse torinese, riguarda l'affidamento dell'organizzazione dell'edizione del 2015 e il bando di gara del 2016. Insieme a Fassino e Parigi ci sarebbero altri nomi nel nuovo documento notificato dalla procura.

La prima a rispondere è stata l'assessore Parigi, tramite una nota ufficiale: "L'assessore alla cultura e al turismo della Regione Piemonte rende noto di essere stata raggiunta da un avviso di garanzia in merito alle indagini sul Salone Internazionale del libro di Torino e per la nomina del direttore della DMO Piemonte Marketing Scarl". Parigi esprime, quindi "la propria fiducia nell'operato della magistratura, cui offrirà la massima collaborazione".

L'indagine sui conti in rosso del Salone del Libro ha già coinvolto una ventina di persone a partire dall'ex presidente della Fondazione per il Libro, Rolando Picchioni. Il fascicolo, in procura, è aperto anche per turbativa d'asta, falso ideologico e falso in bilancio.