Emmott su Berlusconi: "Può essere il salvatore politico dell'Italia"

Regolare Commento Stampare

Emmott afferma che su Berlusconi "non ho mutato opinione". La seconda e' che il solo nome del presidente di Forza Italia, scritto ancora una volta nel simbolo del partito che ha fondato quasi 25 anni fa, continua a far paura ai suoi avversari.

Agenpress - Silvio Berlusconi "potrebbe essere oggi "determinante per formare una coalizione centrista in grado di impedire a M5S o Lega di essere forza trainante nella formazione del nuovo governo". Questo ruolo gli viene attribuito, grazie a posizioni più moderate rispetto a quelle del leader della Lega, Salvini oppure a Di Maio del M5S. Non può diventare premier, sarà un manovratore dietro le quinte, è in quel ruolo che dobbiamo valutarlo e in quel ruolo non credo possa essere così negativo.

Nel 2001 veniva giudicato "inadatto" a guidare l'Italia, nel 2011 l'Europa aspettava col fiato sospeso le sue dimissioni, ora si spera nel ritorno politico di Silvio Berlusconi, che in realtà non se ne è mai andato. Ma sì, è un po' ironico. Dire che l'Europa spera in lui però può essere fuorviante: "spera in una coalizione centrista moderata, o in una grande coalizione", ha precisato Bill Emmott nell'intervista rilasciata al Corriere della Sera.

Berlusconi, tuttavia, ha fatto ricorso alla Corte Europea dei diritti dell'uomo ma in tanti ritengono che la sentenza non arriverà in tempo per le elezioni. Ecco cosa ha detto. "Suggerisco al mio leader di far partire al più presto una grande campagna sul simbolo di Forza Italia, chiarendo che dovrà essere anch'esso sbarrato dagli elettori".

Berlusconi, secondo l'ex direttore dell'Economist, "si presenterà come salvatore politico".

Gli M5S, invece, sono "privi di esperienza e mancano di credibilità".