Elezioni 2018, Gentiloni: "Chi vince governa, no alchimie"

Regolare Commento Stampare

Ci sono tre opzioni sul tavolo, ciascuno può scegliere, e ciascun blocco in teoria può avere la maggioranza. "Il risultato delle elezioni - ha ribadito Gentiloni - determinerà chi governerà questo Paese". Siamo l'unico Paese europeo che accoglie i migranti che attraversano il mare. Loha affermato il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni in unalettera pubblicata sulla Gazzetta di Reggio, il quotidiano diReggio Emilia dove oggi il premier sarà presente per lecelebrazioni dell'anniversario della nascita del primoTricolore. Di questo patrimonio di storia, di cultura e di civiltà che il Tricolore evoca e mostra al mondo intero, siano sempre fieri e consapevoli tutti gli italiani, e ad esso si volgano con rispetto, onore e lealta' tutti coloro che condividono il sentimento di riconoscersi concittadini. "Io confido che possa essere il centrosinistra di governo a vincere questa sfida, rischio di essere spocchioso ma nessuno ha una squadra di governo come la nostra". Quanto al ruolo personale Gentiloni si è detto "orgoglioso di aver contribuito a rasserenare il clima", e indirettamente ha confermato di essere l'alter ego di Renzi in casa Dem per pacatezza: sulla querelle del canone Rai, infatti, Gentiloni più che la sua cancellazione ha rilanciato una ulteriore riduzione, magari allargando le fasce da esentare.

Un ipotetico Gentiloni Bis al momento non sembrerebbe essere nei piani dell'attuale presidente del Consiglio. "Sarebbe utile e molto importante", ha chiarito. "Invece, i veri patrioti sono tutti i cittadini italiani che sanno che la Bandiera e la patria sono due cose troppo importanti per lasciarle a qualche gruppuscolo violento ed estremista". Costruiamo un muro di 8mila chilometri intorno all'Italia? Che conserva, soprattutto nella prima parte, un'attualità straordinaria. "Occorre trasformare un business criminale in uno gestito bene perché l'immigrazione fa bene alla nostra economia".

"L'Italia si è rimessa in moto dopo lapiù grande crisi dal dopoguerra e il merito principale di questaripartenza è delle nostre famiglie, delle nostre imprese, deinostri lavoratori". Stiamo facendo un lavoro sui giovani e soprattutto su quelli del Mezzogiorno.

(Teleborsa) - Il Tricolore nacque 221 anni fa a Reggio Emilia, appunto il 7 gennaio 1797, quando il Parlamento della Repubblica Cispadana, su proposta del deputato Giuseppe Compagnoni, decreta "che si renda universale lo Stendardo o Bandiera Cispadana di Tre Colori Verde, Bianco, e Rosso, e che questi tre Colori si usino anche nella Coccarda Cispadana, la quale debba portarsi da tutti". Ora investire nel Mezzogiorno d'Italia è conveniente, non lo è mai stato così tanto.