L'Inter Primavera vince la Supercoppa Italiana contro la Roma

Regolare Commento Stampare

L'Inter di Stefano Vecchi conquista finalmente la prima Supercoppa Primavera, dopo ben cinque precedenti tentativi. La squadra di casa è più attiva nella ripresa con Sala e Rover ma il parziale non cambia e si va dunque ai supplementari.

Roma: Romagnoli; Bouah (119' Besujen), Cargnelutti (86' Ciofi), Ciavattini (C), Valeau; Riccardi (81' Masangu), Marcucci, Sdaigui; Meadows, Celar, Antonucci. Migliore in campo sicuramente Facundo Colidio, classe 2000, arrivato questa estate dal Boca Juniors per 7 milioni di euro, e che ha dimostrato tutto il proprio valore, nonostante in campionato stia avendo un pò di difficoltà in fase realizzativa, avendo segnato una sola rete in sette partite giocate. Si vai ai supplementari, dove Colidio completa la sua favola con una rovesciata di esterno a due minuti dalla fine.

A margine della partita Colidio, autore di una meravigliosa doppietta ha parlato ai microfoni di Sportitalia:"Sono troppo felice, è il primo trofeo con la squadra, è inspiegabile". Il tecnico prosegue caldeggiando le seconde squadre per diminuire la differenza tra giovani e prima squadra: "Tutta la settimana i giovani si allenano con i grandi".

Colidio ha recuperato un pallone, servendolo per Emmers, e successivamente è andato a raccogliere l'assist di quest'ultimo. "Se capita l'occasione importante la si prende in considerazione, ma io non mi sento sminuito ad allenare l'Inter e qui sono felice". Un debutto da favola per il ragazzo argentino, protagonista assoluto della sfida non solo per le due reti ma anche per aver disputato una gara di sostanza a supporto della punta Jens Odgaard, altro prospetto interessantissimo.