Carla Bruni: "Se Sarkozy mi tradisse, lo ammazzerei"

Regolare Commento Stampare

Abituati a vederla sulle copertine dei più grandi magazine del mondo, nei panni di una super top model, dipremière dame ed ora di cantante di successo, Carla Bruni, intervistata da Silvia Toffanin, in esclusiva assoluta sabato 6 gennaio a Verissimo, appare in una veste completamente inedita che sorprende per disponibilità e schiettezza.

Sono molto innamorata. Nicolas mi protegge e sostiene. "E' un papà affettuosissimo".

Carla ha parlato di suo fratello anche dopo la clip che Verissimo ha voluto dedicarle in cui si parlava della sua infanzia: un'infanzia spensierata e felice, come sottolineato ai microfoni della trasmissione in rosa, ma che ha visto anche tanti dispiaceri come il trasferimento improvviso in Francia e la morte del fratello. "Lui è pieno di energia e forza".

Fortemente legata alla sua famiglia, durante l'intervista a Verissimo ricorda anche il fratello morto a causa dell'Aids a soli 40 anni confidando: "È un dolore che non passa". Di sua madre racconta: "Quando è morto mio fratello ero molto preoccupata per mia madre, perché credo che non ci possa essere di peggio per una mamma. Se mi tradisce [VIDEO] lo ammazzo!" ha aggiunto la Bruni, facendo trapelare tutta la sua gelosia per il marito ex presidente francese. Carla è figlia della pianista e attrice Marisa Borini e risulta legalmente nata dall'industriale e compositore Alberto Bruni Tedeschi come Virginio e l'altra sorella, l'attrice e regista Valeria Bruni Tedeschi. Alla fine mi sono detta "questo è un uomo da sposare subito" ha dichiarato la bellissima ex modella. "Le chiedo spesso consiglio perché lei mi dà forza e fiducia", ha poi specificato l'italiana naturalizzata francese.

Ha avuto anche modo di parlare della recente reunion delle super top model voluta da Donatella Versace in occasione della sfilata della Settimana della Moda di Milano: "E' stato commovente rivedere Cindy Crawford e Claudia Schiffer che non vedevo da anni". Gianni ci trattava benissimo, come se fossimo la sua famiglia. Inoltre, gli piaceva dare un'immagine del genere femminile forte, potente e decisa. "Per lui la donna era una star". "E' stato molto emozionante essere lì, tra lacrime e riso".