Pd diviso anche sui vertici Ars Rubino: "Partito umiliato"

Regolare Commento Stampare

Assenza ha ottenuto 32 voti, Bulla 30 e Siragusa 28. Sono state 7 le schede bianche, nessuna scheda nulla. "Ma in caso contrario no. E poi il marxismo è finito da tempo, non possono guadagnare tutti allo stesso modo e con il tetto a 240 mila euro sta andando a finire che qualche commesso arriva a guadagnare poco di meno del segretario generale ma questo è impensabile".

A questo punto il portavoce pentastellato punta il dito contro la condotta dell'assessore all'Economia e vicepresidente della Regione Armao: "A questo punto - afferma Cancelleri - la domanda che legittimamente dobbiamo porci è una sola: perché Armao costituisce una commissione di esperti, magari anche bravissimi e rispettabilissimi, e non si rivolge ad un organo dello Stato per fare lo stesso lavoro?" A dirlo è stato il presidente dell'Assemblea regionale siciliana, Gianfranco Miccichè, dopo il completamento dell'Ufficio di presidenza di Palazzo dei Normanni. I loro "maestri" sono andati tutti via in pensione anticipata per evitare il taglio allo stipendio e adesso ecco il risultato: "non ci sono i dirigenti di peso di una volta".

Il simbolo vero dell'instabilità centrista, che può persino di più degli accordi goffi e imbarazzanti che i renziani di Sicilia, accelerazione transitoriae improbabile del partito della Nazione, è il Cateno-pensiero: "non condivido i metodi alla base delle scelte", splendida summa del: "quando non tocca a me, me ne vado" che ha fatto la fortuna dei voltagabbana e dei cambidicasacchisti che hanno reso negli anni l'Ars un parcheggio dorato di durata quinquennale.

"Lavorerò per l'unità del gruppo parlamentare e del Partito Democratico all'Ars". Quindi, non solo la burocrazia dell'Ars, ma anche quelle della Camera e del Senato, con l'inizio del nuovo anno ritorneranno ad avere i vecchi stipendi. "Segno di una maggioranza che parte senza volere afferrare tutto". È questa la prima prova di equilibrio da superare per Lupo che ha già un'esperienza da mediatore tra le anime Pd, come segretario regionale, prima di Fausto Raciti. "È un buon inizio" ha commentato il presidente dell'Ars, Gianfranco Micciche'. Non faremo sconti a nessuno.