Mihajlovic: "Alla pari con l'Inter, ci mancano punti"

Regolare Commento Stampare

SSC Napoli won 3-1 over Torino FC. "Non dobbiamo montarci la testa, dopo la vittoria contro la Roma". E Sinisa Mihajlovic vuole che il suo Torino non abbia quei cali di concentrazione che hanno finora minato il percorso di Belotti e compagni in campionato. Ecco la diretta live della conferenza dell'allenatore granata.

"Sì, possibile. Ma prima avremo partite altrettanto difficili". Sicuramente la SPAL è una formazione da rispettare, hanno vinti dei campionati di fila, e oggi hanno molti giocatori con esperienza in Serie A: Felipe, Salamon, Schiattarella, Viviani, Grassi. Questo gruppo ha qualità e non è in crisi. Abbiamo migliorato gara per gara il nostro atteggiamento e anche il nostro gioco, soprattutto la fase difensiva. Mi chiedete delle prossime cinque partite? Dopo penseremo a Genoa e al resto. È una soluzione importante, dall'inizio come a gara in corso.

La squadra ha capito certi errori? È un momento questo in cui se dovesse andare tutto bene, potrebbe essere alla nostra portata. Perché se fai bene da una parte, e poi magari pareggi col Verona, è giusto che anche i tifosi si lamentino. Questo dipende solo da noi stessi.

Archiviata la partita contro la Roma in Coppa Italia, ora ci sarà la Spal. Io non chiedo mai di vincere per forza: per forza si può solo morire. "Non è al top, ma credo possa esserci in caso di necessità". Niang? Abbiamo 24 giocatori disponibili, abbiamo diverse soluzioni. Niang ha fatto un passo in avanti con la Roma, credo che sia sulla strada giusta. Su Edera: "Ne abbiamo parlato tanto". L'importante è che sappia sfruttare come sta facendo le cose. Deve tenere la testa sulle spalle, può avere una bella carriera, ma dipende da lui. "Speriamo che torni a segnare". Anche Edera ha coraggio, prende palla e punta. "Non importa se si sbaglia". Ma se io vedo un giocatore bravo e forte, mi fa piacere farlo giocare. "Di certo non è una cosa simpatica, ma è lavoro".

Meno chiaro è infine l'allenatore sul calciomercato: "Vediamo adesso come andranno queste partite. Comunque sappiamo dove dobbiamo intervenire". Poi capiremo quello che succede: fortunatamente ci sarà la sosta, e per fortuna quasi a fine mercato. "Avremo tempo per parlare di questo, dobbiamo solo pensare a giocare al massimo queste gare". E proprio sul portiere fratello del Sergej della Lazio, Mihajlovic è chiaro: "La Coppa Italia continua a essere sua, sì". Noi, però, siamo pronti per quella che sarà una battaglia.