Csm nomina Giovanni Mammone nuovo primo presidente della Cassazione

Regolare Commento Stampare

Lo ha nominato all'unanimita' il plenum del Csm, presieduto dal Capo dello Stato Sergio Mattarella.

Giovanni Mammone e' il nuovo primo presidente della Cassazione. In Commissione ha ottenuto cinque voti, mentre uno solo è andato a Domenico Carcano, già capo dell'Ufficio legislativo del ministro Orlando. Mammone, presidente di sezione e segretario generale della Suprema Corte, prenderà il posto di Giovanni Canzio che il 31 dicembre andrà in pensione. È arrivato la prima volta nel 1991 al Csm, come magistrato addetto all'Ufficio Studi. Nel 2002, il salto con l'elezione a consigliere togato a Palazzo dei marescialli con il gruppo di Magistratura Indipendente. Entrato come magistrato di appello applicato al Massimario, Mammone a Piazza Cavour ha scalato in poco tempo tutti i gradini della carriera. Consigliere dal 2007, è diventato nel 2016 presidente di sezione, ed e' stato assegnato alla sezione Lavoro, con delega al coordinamento del settore Previdenza e Assistenza.Nello stesso anno la nomina a segretario generale.

Riccardo Fuzio è invece il nuovo procuratore generale della Cassazione. Nove preferenze (quelle dei togati di Area e dei laici Balduzzi e Balducci) sono andate all'altro candidato, il pg di Roma Giovanni Salvi. Legnini ha comunque voluto esprimere le sue congratulazioni a Fuzio e a Mammone, nominato poco prima primo presidente della Cassazione.