Coppa Italia: Insigne regala i Quarti di finale al Napoli

Regolare Commento Stampare

Lorenzo Insigne ha archiviato l'affaticamento accusato contro la Juventus e adesso si candida ad un ruolo protagonista nel rush finale che assegnerà il titolo di campione d'inverno.

Dopo "il ritorno alla vittoria", in seguito a circa due settimane di digiuno, il Napoli, davanti a un pubblico intimorito dal freddo, ospita l'Udinese al San Paolo per contendersi la qualificazione ai quarti di finale di Coppa Italia 2017/2018. Al 25′ Callejon, ben lanciato da Rog, spara su Scuffet che chiude bene lo spazio sul primo palo, mentre al 32′ Ounas scheggia il palo con un sinistro dal limite, dopo un tocco arretrato dello stesso Callejon. Ora non resta che attendere l'esito di Atalanta-Sassuolo per conoscere il prossimo abbinamento dei partenopei nella competizione. A quel punto le certezze dell'Udinese si sono frantumate, i tentativi di gettarsi in avanti non sono sembrati particolarmente convincenti e così si è conclusa una gara certamente non spettacolare come ammesso in parte anche da mister Sarri: "Non abbiamo rischiato nulla anche con tanti cambi, poi è vero che si può avere meno qualità e meno brillantezza impiegando giocatori che hanno avuto pochi minuti nelle gambe finora".

Il virgolettato non è farina del nostro sacco, ma dichiarazione del tecnico del Sassuolo Beppe Iachini, che ai microfoni della Rai ha fatto capire senza troppi giri di parole quanto tecnici - ed evidentemente società - tengano in considerazione la cosa. Ounas è istintivo, deve migliorare la fase difensiva e deve smettere di alzare la palla. "Prima o poi faremo due acquisti eccezionali che sono Ghoulam e Milik". Il Napoli ha ritrovato il suo fuoriclasse. "Le scelte iniziali sono state fatte in base a chi aveva più bisogno di riposare".

Sarri e la partita di Callejon: "Se attaccava la profondità finiva in Curva B, loro erano tutti dietro. Sta entrando in tutte le partite, ci dà garanzie importanti e ha caratteristiche diverse rispetto agli altri".