Carige finalizza l'aumento di capitale con l'intervento di Malacalza e consorzio

Regolare Commento Stampare

Sulla base degli accordi sottoscritti, le restanti 11.925.301.640 nuove azioni per un controvalore pari a 119,9 milioni di euro saranno allocate a Equita SIM per conto dei sub-garanti di prima allocazione.

E' quanto si legge in una nota diffusa dal veicolo d'investimento che fa capo all'imprenditore Vittorio Malacalza, principale azionista dell'istituto ligure.

Malacalza Investimenti ha sottoscritto azioni inoptate dell'aumento di capitale di banca Carige per 25 milioni di euro.

In relazione al suo intervento, la Malacalza Investimenti ha fatto sapere che continuerà "a sostenere la Banca nel suo ruolo di azionista al fine di valorizzare il proprio investimento e continuare a supportare il ruolo della Banca nel tessuto economico e sociale ligure". In Borsa il titolo è stato sospeso dopo essere arrivato a perdere il 7,9% ed essere, così, sceso ben sotto a cui erano state collocate le azioni della ricapitalizzazione, comunque interamente sottoscritta.