Berlusconi consiglia il Milan: Servono 2 punte e il trequartista

Regolare Commento Stampare

Credo che il modulo di gioco che ci ha portato a vincere così tanti trofei in 30 anni debba essere confermato, non abbandonato. "Suso e Bonaventura, che non è troppo inferiore a Kakà, sono i nostri due fuoriclasse assieme a Donnarumma". E in quella posizione scartano un uomo, poi un secondo e un terzo e poi si trovano lontani dalla porta e dall'area di rigore. Le ali devono essere i nostri terzini.

Berlusconi ribadisce quindi la necessità di avere sempre due punte in campo. Oppure la passano indietro al mediano che ha accompagnato l'azione, oppure fanno un cross. Dunque, su Gattuso, subentrato a Vincenzo Montella a fine novembre: "Un grosso in bocca al lupo al bravo Rino, ma ancora oggi vedo ancora il modulo sbagliato: con un solo attaccante non si va da nessuna parte". "Ne ho parlato anche con Ancelotti e Capello i quali mi hanno dato ragione".

"Soffro e provo un forte dolore perché le cose non stanno andando come dovrebbero. - ha dichiarato l'ex numero uno rossonero - E non sono d'accordo sull'utilizzo di alcuni giocatori e sul modulo usato in questo periodo". "Spero che questo consiglio venga preso in considerazione, è così che sono diventato il presidente più vincente della storia". A tutti i tifosi del Milan, che sono in lutto come me, dico di sperare in bene e di esercitare una corale pressione sul Milan affinché ritorni a giocare come deve. Gattuso sta provando diverse soluzioni a Milanello, anche a causa degli squalificati Suso e Romagnoli, la gara con l'Atalanta assume un'importanza straordinaria per diversi motivi: in primis il gruppo di Gasperini lotta col Milan per il sesto posto, poi un ko potrebbe prolungare il ritiro anche nei giorni di Natale e per i giocatori sarebbe molto pesante, una situazione con rarissimi precedenti.