Melbourne, la polizia esclude un attentato: "Nessun legame con il terrorismo"

Regolare Commento Stampare

Gli edifici sulla Flinders Street, tra cui un asilo, sono stati evacuati, mentre la polizia ha lanciato un appello a fornire testimonianze sull'episodio. Un uomo è stato arrestato dalla polizia australiana. Tra i feriti c'è anche un bambino che è stato colpito alla testa e si trova in gravi condizioni. È troppo presto ancora per sapere le motivazioni", ha spiegato l'agente nel consueto punto stampa dopo atti del genere: "resta ancora grave il bimbo falciato nell'incrocio vicino alla stazione ferroviaria, uno dei punti più trafficati dell'intera Melbourne. L'autista, infatti, avrebbe problemi psichici e di tossicodipendenza. Sul suo account Twitter la polizia chiede a tutti, auto e passanti, di evitare la zona dell'incidente. Molti i feriti. "Falciava chiunque si trovasse davanti, le persone venivano sbalzate via", ha raccontato un testimone. Un'altra persona invece ha dichiarato che l'incidente è durato circa quindici secondi. L'auto è passata con il rosso a tutta velocità e poi si è lanciata contro i passanti. "Uno dopo l'altro. C'erano persone stese a terra e altre che cercavano di aiutarle". "Un caos", ha detto.

Con la sua auto ha travolto dei passanti a Flinders Street a Melbourne. Il guidatore del veicolo, un australiano di origine afghana già noto alla polizia, è stato arrestato dalla polizia australiana insieme a un altro uomo, adesso sotto interrogatorio.

E' stato confermato anche l'arresto di un secondo uomo, di 24 anni, che non sarebbe collegato all'incidente ma che è stato preso perché stava filmando la scena e aveva un coltello nella borsa.

Secondo quanto comunicato dalla polizia si è trattato di un atto deliberato ma le indagini sul perché del gesto sono ancora in corso. Secondo testimoni, al momento del passaggio del suv per strada c'erano tra le 40 e le 60 persone.