Longobardi, in mostra a Napoli il popolo che ha cambiato la storia

Regolare Commento Stampare

David e Bori Cevalloss, coppia newyorchese in vacanza a Napoli, non avrebbero mai immaginato che ad attenderli all ingresso del Museo Archeologico Nazionale di Napoli ci fosse il direttore Paolo Giulierini. "Napoli è una città bellissima - hanno detto i due - siamo felici di questo traguardo".

L'Head of Operation partenopeo, Alessandro Formisano, è intervenuto ai microfoni di Radio Goal, sulle frequenze di Radio Kiss Kiss Napoli, per parlare della mostra sulla storia del calcio Napoli al MANN (QUI I DETTAGLI). Sono proprio loro i visitatori numero 500.000 del 2017. Accanto a memorabilia e cimeli, in occasione della prima mostra ufficiale della SSC Napoli (fino al 28 febbraio 2018, aperta tutti i giorni, tranne il martedi, dalle 09.00 alle 19.30) saranno esposti insieme, per la prima volta, tutti i trofei vinti dalla squadra partenopea nel corso della sua storia. Ringrazio Mandara, l'architetto che ha congiunto il materiale nell'allestimento mozzafiato, Pavese per la grafica, Soli che ha avuto l'idea due anni fa di iniziare la collaborazione, Saviano per l'aspetto amministrativo, Venditto per i testi e la narrazione emozionante oltre ai collezionisti che ci hanno regalato prodotti mai visti. Riguardando le immagini mi dicevo, sono passati i Quagliarella, i Lavezzi, i Cavani, gli Higuain, i Mertens, Insigne e chi ne ha più ne metta, in 10 anni di storia ne abbiamo scritta parecchia. Il percorso che la squadra fa viene riportato anche in questa mostra. Il MANN è tra i primi 10 musei in Italia, non c'è nessuna squadra di calcio che ha fatto una mostra in un museo classico. Io gli cedo lo spazio volentieri, è lui il regista che ho scelto per farmi il film più bello per i miei spettatori che sono i tifosi. "Le variabili del ciuccio (simbolo del club, ndr), me le sono portate dietro dalla prima all'ultima stanza". Ho capito che se non cerco io i terreni e li ho anche trovati.ma bisogna fare delle verifiche e non posso portare atleti in un posto che non sia perfetto sotto tutti gli aspetti.

Per tutti i visitatori è disponibile una guida gratuita della mostra, arricchita dai preziosi racconti di Francesco De Luca, Mimmo Malfitano, Antonio Giordano, Monica Scozzafava, Massimo Ugolini, Valter De Maggio, Raffaele Auriemma e Maurizio De Giovanni, che, ciascuno con una propria originale visione, hanno raccontato gli oltre 90 anni di storia del Napoli.

Il Napoli nel mito, quando il calcio diventa arte.

Vittorio Dini, filosofo dell'Università degli studi di Salerno e Oscar Nicolaus, psicologo dell'Università degli studi Suor Orsola Benincasa di Napoli, hanno collaborato alle qualità narrative del percorso storico della mostra e alla raccolta di alcune citazioni significative riferite al calcio.