Contratti e orari: la Grande Distribuzione sciopera a ridosso di Natale

Regolare Commento Stampare

Ieri, infatti, la Coop ha definito "immotivato e irresponsabile" lo sciopero indetto dai sindacati per prima delle ferie. "La UILTUCS, la FILCAMS e la FISASCAT saranno al fianco dei loro iscritti che manifesteranno davanti la Prefettura e prepareranno un apposito documento che verrà consegnato ai rappresentanti di Palazzo di Governo a testimonianza della mobilitazione locale e della partecipazione dei lavoratori reggini alla battaglia nazionale" affermano in una nota le segretarie provinciali delle due organizzazioni sindacali, rispettivamente Sabrina De Stefano, Samantha Caridi e Rita Raffa. Presidi e manifestazioni si svolgeranno nei pressi di centri commerciali, nelle Coop e negli Ipercoop.

Ma non è tutto: "Normativa, è bene ricordare - spiegano ancora le cooperative in risposta ai lavoratori e ai sindacati che li rappresentano - che in tema di trattativa i sindacati hanno concesso da anni alle altre sigle della grande distribuzione organizzata". "Ormai da quattro anni le aziende della grande distribuzione e della distribuzione organizzata, associate a Federdistribuzione, impongono unilateralmente l'applicazione di quello che a tutti gli effetti risulta essere un regolamento associativo residuo del precedente contratto collettivo nazionale di lavoro "Terziario, distribuzione e servizi" scaduto nel 2013". E, ancora, sottolinea la segretaria generale della Filcams-Cgil di Napoli, Luana Di Tuoro, "ci sono incertezze sul futuro dei lavoratori in mobilità dell'ex Carrefour di Casoria, per i dipendenti di Auchan in mobilità volontaria e tante situazioni da affrontare all'Ikea, nei punti Coin Oviesse, nel gruppo Megamarket e negli store di Zara".

Spesa a rischio domani (venerdì 22 dicembre) per i clienti della grande distribuzione, proprio nel momento "più agitato" dell'anno, sotto le feste natalizie con l'immancabile corsa ai regali. Da una parte Federdistribuzione che oppone un'irragionevole chiusura rispetto alla definizione di un contratto collettivo nazionale di lavoro di settore, e continua, ingiustificatamente, a rifiutarsi di applicare il rinnovo del 2015. E agitano lo spettro dell'e-commerce.