Sole e freddo, clima tipico dell'inverno

Regolare Commento Stampare

"In questo contesto - concludono - da segnalare tuttavia il transito di un altro veloce impulso di aria fredda, che dovrebbe limitarsi a lambire le regioni adriatiche e meridionali tra sabato 23 e domenica 24 dicembre, ma con scarsi effetti in termini di precipitazioni". Insomma, anche se è vero che mancano ancora alcuni giorni al Natale e che la previsione è perciò passibile di variazioni anche importanti, è probabile che ci attenda un Natale con poco freddo e (almeno in città) senza neve.

Centro e Sardegna: condizioni di tempo instabile sull'isola con nuvolosità diffusa alla quale saranno associati rovesci o temporali, generalmente di debole intensità; molte nubi sulle regioni adriatiche centrali con possibili, deboli fenomeni lungo le aree costiere e nell'immediato entroterra, anche nevosi al primo mattino sull'Abruzzo sud-orientale, localmente a bassa quota. "Fino a metà settimana si prospetta un clima da pieno inverno, con valori termici inferiori alla media stagionale". Si attivano venti di Tramontana, prevalentemente asciutti. Le temperature mostreranno una tendenza al rialzo sulle regioni di ponente e al Nord, specie sui rilievi collinari e montuose. Più soleggiato altrove, salvo locali addensamenti.

La tregua durerà però poco, con nevicate già venerdì sulle Alpi di confine per un nuovo fronte artico in discesa dal Nord Europa. Le correnti settentrionali hanno portato nuovamente un clima freddo sul nostro Paese accompagnato da qualche nevicata fino a bassa quota. Altrove in prevalenza soleggiato.

Venti deboli o moderati da nord-est. Per la Vigilia del Natale instabilità e freddo residuo insisteranno tra Medio Adriatico, ma in attenuazione.

Freddo polare in tutt'Italia in questi giorni pre-Natalizi: le temperature sono crollate, come ampiamente previsto nelle previsioni dei giorni scorsi, e diminuiranno ancora tra Mercoledì e Giovedì.