Berlusconi: "Non riesco quasi più a guardare il Milan"

Regolare Commento Stampare

In una intervista rilasciata a Premiumsport Silvio Berlusconi ha commentato l'attuale situazione dei rossoneri.

L'ex presidente rossonero non fa mai mancare il proprio affetto al Milan. Parlando di Montella aggiunge: "I nostri due fuoriclasse Bonaventura e Suso erano relegati sugli esterni: dopo due dribbling si trovavano sul fondo a crossare ma per una punta sempre sovrastata dai difensori, come capitava con Bacca e Lapadula". Il sistema che ci ha portato a tanti successi non deve essere dimenticato, cioè quello con le due punte in avanti. Io ho fatto esaminare da un amico tutte le partite della scorsa stagione e non c'è stato un solo cross che sia stato utilizzato positivamente dall'unica punta che era in area. Ma non è felice della loro posizione da esterni: "Oggi Bonaventura e Suso sono stati esiliati all'ala. Spesso, in questo modo, non facevamo un tiro in porta in un intero tempo". Le ali devono farli i nostri terzini, come succedeva con Sacchi, così in area ci sono poi almeno tre giocatori ad aspettare i cross.

L'idea dell'ex numero uno, un consiglio a Gattuso ("cui faccio i miei migliori auguri a Rino Gattuso"), è chiara: "Con il modulo ad una sola punta non si va da nessuna parte". Jack non è di molto inferiore a Kakà. Ho parlato con lui, Ancelotti e Capello e tutti concordano con questa disamina: "possibile che gli allenatori invece non lo capiscano?". In particolare l'ex presidente ha dichiarato:"Soffro e provo un forte dolore perché le cose non stanno andando come dovrebbero".