Juventus, Barzagli: "Benatia vale Bonucci. Dybala non è cambiato"

Regolare Commento Stampare

Avete affrontato il Napoli e lo avete battuto, l'Inter e avete pareggiato e al di là del risultato ti chiedo che impressione hai avuto sul campo se siete ancora più forti? Il segreto della Juventus? E finalmente ha capito l'importanza che ha in questa squadra.

Andrea Barzagli rimane sempre uno dei giocatori imprescindibili per la Juventus di Max Allegri.

LA SVOLTA - Nessun faccia a faccia in spogliatoio nè modifiche tattiche: il volto della Juventus, reduce da cinque partite senza subire gol, è cambiato grazie a una sola persona. "Abbiamo ricominciato a far fatica, che è ciò che ti fa vincere le partite e i campionati". Lo si è visto anche contro l'Inter, che ha giocatori importanti, ma non sono mai riusciti nè creare molto.

Non è un caso se la difesa juventina è rimasta intatta contro attaccanti del calibro di Messi, Mertens ed Icardi. Ma c'è stato da parte di tutti veramente grande impegno e sacrificio.

Si fa un gran parlare di Dybala, che in queste settimane non sta rendendo come sarebbe lecito attendersi da un giocatore come lui.

Proprio sul marocchino, Barzagli ha parole al miele: "Medhi è un grande calciatore, ricordiamoci che è il capitano della sua Nazionale e che ha giocato nel Bayern Monaco. E adesso per noi è fondamentale". È un periodo un po' così. "Le parole di Nedved e dello stesso Buffon le ha prese lui positivamente". Soprattutto in difesa. "Dipende da una serie di cose, anche dal pressing degli avversari. Gli sta mancando solo il gol".

Inoltre, riguardo il terzo posto e sulla corsa allo Scudetto: "E' un campionato più equilibrato, ma secondo me noi abbiamo una rosa veramente importante e molto forte. Difensivamente stiamo lavorando tutti bene". Insomma la vecchia signora avrà ancora a disposizione il suo difensore, ad anticiparlo è stato poprio lo storico giornale torinese La Stampa, sempre molto ben informato sulle vicende interne riguardanti i bianconeri ed al Toro. "Non c'è ansia di doverlo fare subito, parleremo come abbiamo sempre fatto con grande tranquillità".

Infine su un possibile ritorno in Nazionale, Barzagli nega: "Sinceramente penso di aver fatto il mio tempo da calciatore dell'Italia, è giusto lasciare spazio ai giovani".