Gattuso striglia il Milan: "Dobbiamo reagire agli schiaffi, San Siro aiutaci"

Regolare Commento Stampare

"Ritorno al 4-3-3? Sì, vediamo". In dieci o quindici giorni non si può modificare tutto, ci vuole almeno un mese, un mese e mezzo. La squalifica di Romagnoli elimina un dubbio e facilità il compito di Gattuso, che dovrebbe puntare su Musacchio e Bonucci al centro della difesa e su Abate e Rodriguez, che tornerà finalmente nella sua posizione, sulle fasce. Sulla condizione non voglio offendere nessuno, c'è grande rispetto per Vincenzo e il suo staff, ma per giocare in un certo modo bisogna avere una gamba importante, saper scivolare in modo corretto. "Non è un caso se hanno raccolto 12 punti su 21 in trasferta, con Verdi e Palacio in transizione possono fare male". Contro il Bologna serve dimenticare il pari col Benevento e il ko contro il Rijeka. Poi lancia un messaggio ai giocatori: "Quando si indossa la maglia del Milan bisogna rispettarla". Parole strumentalizzate, mai chiesto la cessione. Per me è fondamentale vincere questa partita. Alla prima difficoltà diamo la sensazione che non riusciamo a uscirne. Non è vero che ho detto alla società che André Silva e Calhanoglu devono andare via. "Abbiamo bisogno del nostro pubblico". Ha sentito però il bisogno di precisare che non ha bocciato due degli acquisti più costosi del mercato estivo, che secondo alcuni rumor, sarebbero destinati al prestito.

Prima a San Siro per Gattuso e accoglienza speciale da parte della Curva Sud Milan; come scrive Tuttosport ieri è andata in scena una riunione da parte dei gruppi organizzati di curva che hanno deliberato di accogliere l'ex mediano in maniera praticamente trionfale. Entrambe le squadre hanno dunque concluso i rispettivi gironi al primo posto ed attendono speranzose i sorteggi di Lunedì, che si terranno alle ore 12 a Nyon. Oggi abbiamo tanti di quei problemi all'interno della squadra che i problemi societari a me non riguardano perché penso che non ce ne siano. La problematica più importante è riuscire a fare un bel gioco e ottenere risultati. "Se sta bene gli troveremo una collocazione senza nessun problema".