Neve e freddo in tutta la penisola per il ponte dell'Immacolata

Regolare Commento Stampare

Il peggioramento vero e proprio prenderà corpo in corrispondenza dell'Immacolata.

Nella giornata di venerdì 8 dicembre il maltempo colpirà prevalentemente il Nord e il Centro, con forti piogge che si abbatteranno su Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Lazio e Umbria. Le temperature risulteranno in aumento, specie nei valori minimi. A seguire la perturbazione si sposterà sulle regioni centro meridionali apportando neve copiosa sui versanti adriatici dell' Appennino fino a bassa quota. Qualche pioggia si avrà anche in Sardegna, specie sui settori di ponente.

Sul resto del Sud fase di attesa, così come sarà asciutto sul medio versante adriatico. Le precipitazioni attese per lunedì saranno tuttavia particolarmente consistenti.

Nei prossimi giorni, con il week-end dell'Immacolata alle porte dove molti italiani si metteranno in viaggio, è atteso l'arrivo di una nuova perturbazione che porterà freddo, pioggia e neve in diverse parti d'Italia. Dalle prime ore di domani, venerdì 8 dicembre, la discesa di una saccatura polare, dal mare del Nord verso il Tirreno, provocherà però un primo temporaneo peggioramento del tempo, con precipitazioni sulle Alpi, anche moderate sulle cime di confine nordoccidentali, e fino agli sbocchi vallivi, seguite da un generale rinforzo di venti di foehn, che in serata andranno ad interessare anche le pianure. Di notte si toccheranno temperature sotto lo zero al Nord, ed anche al Centro-Sud saranno molto basse. Le temperature resteranno quindi, a lunghi tratti, sotto le medie del periodo.

Neve possibile su Rimini nella mattinata di sabato.