Vaccini contaminati, sospette 13 morti di bambini: Codacons presenta esposto

Regolare Commento Stampare

L'associazione, citando uno studio, aveva messo in correlazione alcuni vaccini con la morte di 13 bambini. Dopo il caso scoppiato sui media, è arrivata immediata la risposta del Ministero della Salute, che ha formalizzato una denuncia alla Procura della Repubblica di Roma per il reato di procurato allarme. Anche l'Aifa smentisce i dati contenuti nell'esposto ribadendo come non ci sarebbe alcuna relazione fra i decessi e le vaccinazioni.

La denuncia del Codacons di decessi correlati ai vaccini risulta "destituita di ogni fondamento e volutamente diretta a creare panico tra la popolazione", afferma il ministero della Salute Beatrice Lorenzin. Mettiamo lo studio dei due scienziati (la ricercatrice del Cnr Antonietta M. Gatti e il farmacologo Stefano Montanari) a disposizione del ministero e ci attendiamo una pronuncia da parte degli esperti.

Per fronteggiare l'emergenza il Ministero ha reso gratuita e obbligatoria la somministrazione dei principali vaccini per poter accedere a scuola: la prevenzione non beneficia solamente i bambini vaccinati ma anche, e soprattutto, coloro che non possono vaccinarsi perché affetti da particolari patologie, riducendo il rischio di contagio.

Codacons sotto accusa dal Ministero procurato allarme sui vaccini
Vaccini contaminati, sospette 13 morti di bambini: Codacons presenta esposto

Nessun intento di procurare allarme tra la popolazione, ma solo la ricerca della verità nell'interesse dei cittadini.

Le 13 morti segnalate, ha fatto notare l'Aifa, non sono però avvenute in Italia, bensì in tutto il mondo.