Le lenzuola vanno cambiate ogni settimana. Ecco perché

Regolare Commento Stampare

Per esempio bisogna fare molta attenzione alle spugnette usate per lavare i piatti, diventano insidiosi nascondigli per i nostri nemici batteri, di conseguenza vanno disinfettate sempre e cambiate frequentemente.

Funghi e batteri: le lenzuola del letto choc.

Il letto rappresenta un terreno di coltura fertile per funghi e batteri di ogni tipo che potrebbero annidarsi tra le pieghe delle lenzuola.

Mantenere l'igiene tra le lenzuola è dunque importante, non c'è da sottovalutare infatti che un terzo della nostra vita lo trascorriamo proprio a letto (e volete mettere il piacere di coricarsi in mezzo a delle lenzuola pulite!).

Le lenzuola sono un covo di funghi e batteri e se non vogliamo ammalarci è bene cambiarle una volta alla settimana. Poggiare la testa sul cuscino "sporco" può provocare raffreddore, mal di gola o allergie.

C'è da dire poi che non è un problema solo di sudore ma anche di normale cambio di cellule dell'epidermide che finiscono nel letto, di secrezioni vaginali e anali che possiamo perdere sulle lenzuola o di starnuti e colpi di tosse che seminano virus e batteri sul nostro letto.

Ed anche se tralasciamo la presenta di batteri e funghi derivanti da sudore, saliva, pelle, escrezioni vaginali e anali, dobbiamo anche considerare che sulle nostre lenzuola si trovano anche microbi provenienti da peli di animali, polline, terra, lanugine, acari, polvere e feci.

E la raccomandazione finale è quella di cambiare una volta a settimana anche pigiami e camice da notte.