VAR e Lazio, per Inzaghi l'amore non è scoccato: "Dobbiamo ancora abituarci"

Regolare Commento Stampare

Meritavamo di stare avanti nel primo tempo, ma non l'abbiamo sbloccata. Domani sarà una gara fondamentale per rimanere in alto, anche se abbiamo ancora la partita non disputata con l'Udinese. Stiamo sorprendendo rispetto alla vigilia, il desiderio ora è di rimanere lì, anche se sappiamo che è difficile. "Hanno grande qualità e da giovedì in poi ci daranno una grande mano".

Prima del gol del sorpasso, un tocco di mano di Bereszynski non sanzionato aveva fatto infuriare la panchina biancoceleste: "Diciamo che al momento il Var mi gira storto - ironizza - Ma comunque lasciamoli lavorare, è un'innovazione tecnologica però ogni tanto sbaglia". Dispiace solo rallentare le esultanze ma soprattutto penso ai giocatori. "Domenica ancora non si riesce a capire il rigore con la Fiorentina e quello non fischiato a Parolo". E' una questione di abitudine, dobbiamo farlo tutti. "Però adesso con le coppe abbiamo bisogno di tutti e questa sera ho avuto l'ennesima dimostrazione da chi è entrato che ho un gruppo affiatato e forte". Bastos? Aveva un problema fisico a fine primo tempo ma i medici e lui stesso mi avevano rassicurato. Dopo aver preso gol ho messo Patric, che sta migliorando partita dopo partita. "Nelle ultime partite ho cercato di mantenere la stessa formazione perché nelle prime abbiamo avuto diversi infortuni, ma quelli che stanno giocando meno mi stanno dando soddisfazione, sono linfa vitale". Così Simone Inzaghi al termine di Sampdoria-Lazio 1-2, posticipo della quindicesima giornata di Serie A 2017-18. Abbiamo preso un gol che una squadra come la nostra non può prendere. E' una Lazio matura, non era semplice dopo le ultime due partite. Immobile non ha più i problemi alla gamba post Nazionale, anche stasera ci ha dato una mano, al di là del gol è un leader per noi. Il tecnico ha ritenuto eccessive entrambe le decisioni arbitrali, decisioni che avrebbero "danneggiato e penalizzato" la sua Lazio. Ma i ragazzi mi hanno fatto cambiare idea. Cercheremo di recupera Wallace e Felipe Anderson, che in questi due mesi e mezzo non abbiamo potuto utilizzare.