Napoli, Milik cancella i dubbi: "Credo che resterò qui, anche se…"

Regolare Commento Stampare

E proprio i tifosi forse suggeriranno all'attaccante polacco di essere un pochino più scaramantico dopo le dichirazioni odierne: "Il calendario del Napoli? Il mese importante è maggio, in particolare il venti, quando all'ultima partita con il Crotone potremmo festeggiare lo scudetto. La cosa più difficile è non stare sul campo a lottare al fianco dei miei compagni, già so che tornerò più forte di prima". "Dico la verità non volevo venire qui a parlare in un momento di debolezza, mi dà fastidio farmi vedere così, sono venuto perchè me l'ha chiesto la società e per ringraziare lo staff medico, quindi non parlerò del mio futuro". È stato divertente lavorare per la realizzazione del calendario, soprattutto per noi che siamo abituati ad occuparci soltanto di ciò che accade sul rettangolo verde. Dico il Napoli, facciamo il nostro percorso e poi vediamo. La squadra ha bisogno del nostro aiuto e dobbiamo sostenerla, lo dico da tifoso. Se ci sarò anche l'anno prossimo sul calendario? "E' presto per parlarne, sentirò il presidente, l'allenatore, il ds, credo che resterò a Napoli ma è presto per parlarne".

"Rientro? Non ho una data precisa, mi devo concentrare solo sul lavoro senza pensare ad una data precisa".

Faouzi Ghoulam of Napoli in action during the Serie A match between SSC Napoli and AC ChievoVerona at Stadio San Paolo on September 24, 2016 in Naples, Italy. "Spero di tornare presto, il più veloce possibile per aiutare la squadra, ma devono fare bene anche senza di noi". Ringrazio tutti quelli che hanno lavorato per questo, noi pensiamo al campo e siamo all'inizio per queste cose e il pensiero è sempre sul campo.