Napoli e Juve, fatevi da parte. Nella corsa scudetto ora comanda l'Inter

Regolare Commento Stampare

Il vantaggio però non cambia il tema tattico della partita con l'Inter che continua ad attaccare e il Chievo che invece prova a difendersi ordinatamente per poi ribaltare il fronte offensivo con velo ci ripartenze.

Per la seconda volta nella sua storia l'Inter guadagna 39 punti dopo 15 giornate di Serie A (2006/07, in quell'occasione poi vinse lo scudetto).

Stavolta la scena la ruba il Ivan Perisic. La squadra di Spalletti spazza letteralmente via il Chievo di Maran: non c'è mai stata partita a San Siro quest'oggi.

Presenza numero 100 per Davide Santon con l'Inter in tutte le competizioni.

La squadra di Spalletti approfitta del favore fatto dalla Juventus e si prende la vetta della classifica. Per Spalletti tutti i giocatori sono importanti e oggi si è visto.

Come per Perisic, anche nel caso di Ranocchia è stato Spalletti a convincere il difensore a rimanere all'Inter: "È stato molto importante per restare". Ma paradossalmente a cogliere d'infilata la difesa avversaria sono i nerazzurri e protagonisti sono i centravanti delle due compagini. Se uno si allarga l'altro si accentra e talvolta si affiancano perche' Ivan il terribile ha un tiro fortissimo e preciso con tutti e due i piedi.

Se il 3-0 di Ivan Perisic arriva da uno dei tanti, insoliti, errori in disimpegno dei giocatori gialloblu, il gol del poker arriva invece da una "escursione offensiva" del difensore centrale Milan Skriniar che mette in rete di testa un preciso cross di Antonio Candreva (7° assist della stagione) suggellando così l'ennesima prestazione importante della sua avventura in nerazzurro.