Indagine sui Laudani a Milano, arrestato vicepresidente onorario del Foggia Curci

Regolare Commento Stampare

Il provvedimento era stato completamente eseguito fino all'importo previsto, mediante il sequestro di beni mobili (autovetture di grossa cilindrata) denaro e polizze assicurative nella disponibilità del Curci.

Per l'accusa Curci sarebbe il referente di un sistema di evasione fiscale e contributivo basato su indebite compensazioni di crediti tributari.

Curci, sino a qualche mese fa, era proprietario del 50% delle quote del Foggia Calcio: l'ex vicepresidente avrebbe ricevuto compensi illeciti per circa 600mila euro da parte di società riconducibili a soggetti coinvolti nella prima fase dell'inchiesta "Security". L'indagine nasce in provincia di Varese dopo un controllo della guardia di finanza, che portò alla pista delle false fatture.

Nei confronti di Curci, inoltre finanzieri e poliziotti ipotizzano di aver in parte riciclato parte di quel denaro finanziando con rilevanti importi il Foggia Calcio nelle stagioni 2015- 2016.