Striscia la notizia: spari e minacce contro Vittorio Brumotti

Regolare Commento Stampare

Ancora un'altra aggressione alla troupe di Striscia la Notizia. E' questo il bilancio dell'aggressione avvenuta a Roma e denunciata da Striscia la Notizia nella serata di sabato.

L'inviato di Striscia si trovava nel quartiere San Basilio per documentare lo spaccio di stupefacenti, gestito da alcune famiglie italiane, a quanto sembra, legate alla camorra.

Adescato con l'offerta di cocaina e altre droghe, Brumotti ha finto di voler comprare gli stupefacenti ma, una volta giunto in zona, attraverso il megafono ha iniziato una campagna contro lo spaccio. Immediatamente da un blocco di case popolari si sono levate urla di insulti e minacce.

Verso le 16.15, sceso dal suo furgone, Brumotti ha sentito due colpi di arma da fuoco. Poi l'arrivo di una persona con il passamontagna, il lancio di un mattone e i colpi di pistola.

L'inviato di Striscia e la troupe sono quindi saltati sul furgone allontanandosi di corsa dal quartiere.

Quella di ieri è la quarta aggressione nei confronti dell'inviato di Striscia. In particolare sarebbero stati sentiti diversi testimoni.

Questo articolo ha ricevuto commenti!

Sulla vicenda sono in corso le indagini dei carabinieri, ai quali la troupe ha sporto denuncia subito dopo l'accaduto.