Allegri: "Napoli ancora favorito per lo Scudetto, far giocare Higuain…"

Regolare Commento Stampare

Higuain consuma la sua vendetta con un gol decisivo che rilancia la Juve nella corsa per lo scudetto e scuote le certezze del Napoli che rimedia la prima sconfitta in campionato e domani può cedere il primato all'Inter di Spalletti - Ma in corsa c'è anche la Roma che liquida facilmente la Spal. "Ora martedì abbiamo un'altra gara decisiva e ad Atene contro l'Olympiacos dobbiamo conquistare altri tre punti". Per provare a vincere lo Scudetto servirà ben altro, e il Napoli resta ancora la squadra favorita. Dobbiamo trovare una condizione migliore per poi giocare meglio. "Il primo tempo riuscivamo ad eludere il loro pressing, mentre nel secondo tempo abbiamo fatto un'ottima fase difensiva e non è facile contro la velocità del Napoli". La mano era operata, merito dello staff che l'ha rimesso in sesto. Pecchiamo ancora in certi fondamentali: "per entrare nella leggenda bisogna osare di più - ammonisce Allegri - ma mi fido del mio gruppo straordinario che si è imposto in una partita chiave".

"Sono ragazzi straordinari che sicuramente lotteranno fino alla fine per il titolo". Il primo arriva al terzo minuto: Higuain recupera palla a metà campo, serve Douglas Costa e si butta in mezzo; Koulibaly prima lo segue, poi si fa attrarre dal brasiliano e va in raddoppio aiutando Hysaj, lasciando il buco per l'inserimento del nove che non trova il gol. Una di queste, ironia della sorte, doveva essere proprio Higuain, invece il Pipita, più per necessità che per scelta, la partita l'ha giocata e ha finito per deciderla, come si conviene a chi viene pagato 94 milioni. "Abbiamo riaperto il campionato, ma come diciamo sempre l'importante è esserci a marzo". Queste sono partite in cui fai capire che ci sei. "Adesso pensiamo alla Champions, il nostro obiettivo è qualificarci con una prova di forza e cattiveria". Risolve Higuain, in campo con un tutore ad appena 4 giorni dall'operazione alla mano sinistra, naturalmente fischiato per il tradimento di un anno fa. Chi mi conosce sa che non mi interessa parlare fuori.