Lega Nord in piazza per dire no Ius Soli

Regolare Commento Stampare

Per la Verdiglione vanno bene i criteri attuali per la concessione della cittadinanza: "La cittadinanza non dovrebbe essere né un diritto né un regalo, ma una conquista. Chi vuole la cittadinanza italiana deve, come prima cosa, rispettare le leggi e la cultura del paese che lo accoglie", ha dichiarato il segretario provinciale di Noi Con Salvini, Stefano D'Agostino.

"La Lega scende in piazza contro lo Ius Soli - dice il coordinatore provinciale di Noi con Salvini -Lega Viterbo Umberto Fusco - ma anche per chiedere maggiore sicurezza nelle nostre città e una riduzione del carico fiscale che grava sulle spalle dei contribuenti italiani". Si firma nelle seguenti piazze: Viterbo a piazza dei Caduti il 2 dicembre dalle ore 9 alle 13, al Centro sportivo Bullicame il 2 e 3 dicembre dalle ore 10 alle ore 21, in piazza San Faustino il 3 dicembre dalle ore 9 alle ore 13, a Bagnaia in piazza XX Settembre il 2 dicembre dalle ore 9 alle 13, a Santa Barbara il 3 dicembre dalle ore 9 alle 13.

Lega Nord in piazza per dire no Ius Soli
Lega Nord in piazza per dire no Ius Soli

La Lega Nord di Settimo Torinese in piazza per dire no allo Ius Soli. "Nella prospettiva di un centrodestra unito, la Lega e Movimento Nazionale per la Sovranità presenzieranno insieme ai gazebo per dare voce corale alla proposta di Matteo Salvini Premier che riteniamo sia l'unica persona di buonsenso che possa governare l'Italia".