Catania, Lucarelli: "Trapani fortunato, partita dominata. Classifica? Siamo a -3"

Regolare Commento Stampare

Dieci i precedenti in terra trapanese con i padroni di casa che conducono 4-3. Passano pochi minuti e, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, Tedeschi stacca di testa e obbliga l'estremo difensore avversario al tuffo plastico per smanacciare in corner.

Fase di "studio" in avvio dai ritmi, comunque, sostenuti: le due compagini sembrano affrontare l'appuntamento con determinazione: il primo tentativo offensivo giunge al 7′ con la conclusione di Mazzarani dalla lunghissima distanza che finisce a lato. Ci prova Lodi da lontanissimo, ma non trova la porta.

Il Catania sembra poter prendere le redini del match, ma a passare è il Trapani: ancora un calcio piazzato e un colpo di testa, quello di Silvestri, però, è perfetto e si insacca all'angolino non lasciando scampo a Pisseri. A questo punto, l'arbitro manda tutti al riposo sul punteggio di 2-0. Avevamo un dubbio sul loro sistema tattico, ma finora tutte le squadre che sono venute a giocare a Trapani hanno cambiato il sistema di gioco rispetto alle loro abitudini, questo vorrà dire qualcosa. Lucarelli cerca di correre ai ripari, spedendo in campo due attaccanti di razza e, soprattutto di ruolo, come Russotto e Di Grazia per cercare una miracolosa rimonta. Non è il solito Catania che fa della solidità difensiva la sua arma migliore e il Trapani ne approfitta con Reginaldo: l'attaccante riceve un pallone al limite dell'area, non ci pensa due volte e batte Pisseri nonostante il portiere cerchi il clamoroso miracolo. Le occasioni più clamorose giungono nel finale: Steffè aziona Murano, ma il suo tiro viene deviato sul palo da Pisseri; poi, Ripa di controbalzo costringe Furlan ancora una volta a un prodigioso intervento.

Alessandro Calori esulta ma in maniera composta, dopo una delle vittorie più belle ottenute dal Trapani in questa stagione.

Trapani 3-5-2: Furlan, Visconti, Silvestri (Legittimo), Fazio, Rizzo, Marracchi, Palumbo (Bastoni), Steffè, Marras (Bajic), Reginaldo, Evacuo (Murano) A disp.: Pacini, Ferrara, Taugourdeau, Canino, Girasole, Culcasi All. Nel Catania esce Biagianti ed entra Ripa.

Reti al 29' p.t. Silvestri, al 41' Reginaldo.