Violenza sessuale su minori. Arrestato don Pio Guidolin parroco di Catania

Regolare Commento Stampare

Il prete avrebbe costretto ragazzini di 14 anni a subire e compiere atti sessuali.

L'arrestato, assolte le formalità di rito, è stato portato al carcere di Catania piazza Lanza. E' accusato di violenza sessuale aggravata su minori.

Il prete cospargeva gli adolescenti di olio santo, dicendo ai minori che si trattava di "atti purificatori" per lenire le loro sofferenze.

Quando uno dei minori ha osato opporre resistenza, raccontano gli investigatori, sarebbe stato isolato dalla comunità di fedeli e accusato di "asserzioni calunniose" nei confronti del sacerdote.

Nel corso delle indagini inoltre è emerso come il sacerdote, per esercitare pressione psicologica nei confronti dei genitori delle piccole vittime che avevano deciso di denunciare i fatti, abbia anche millantato la possibilità di far intervenire esponenti della criminalità organizzata etnea per indurli a desistere dal loro proposito. Uno dei genitori delle vittime è stato denunciato per favoreggiamento perché, dopo che il figlio aveva parlato con l'autorità giudiziaria, aveva avvertito il sacerdote delle indagini.

La Curia etnea, dopo aver avuto contezza delle indagini in corso nei confronti di padre Pio Guidolin, lo ha subito allontanato dalla parrocchia collocandolo in un'altra sede, privo di funzioni ed ha dato avvio ad un processo canonico da parte del Tribunale Ecclesiastico, tutt'ora pendente in appello davanti la Congregazione per la Dottrina della Fede.