Torino, la conferenza stampa di Sinisa Mihajlovic

Regolare Commento Stampare

"L'Atalanta è una squadra che ha cambiato tanto, ma ha fatto molto bene in Europa League". Obiettivo tre punti per i torinesi, che proveranno ad accorciare il gap dalle prime della classe e tornare in zona Europa. Sono una squadra che ha doti fisiche ma anche qualità davanti. Gente come Lyanco e Bonifazi devono avere la capacità di imparare da elementi come Burdisso e Moretti.

A proposito di Burdisso, cosa ci dice di questo giocatore?

Sulla difesa: "Con Burdisso abbiamo preso esperienza e personalità". E' un giocatore che comanda, parla, si fa sentire, è importante per i compagni. "Quanti punti faremo non lo so - ancora il brasiliano -, ma noi siamo il Toro e puntiamo a fare risultato contro chiunque".

"Lyanco deve usare più la testa che il fisico e a volte fa degli errori proprio per la sua superiorità fisica".

Sull'indisponibilità di Barreca, il ritorno al gol di Belotti e il momento di Ljajic: "Barreca non è ancora pronto, dovrò rinunciare ancora a lui. Lo stesso vale per Bonifazi, penso che loro due possano essere il futuro del Torino". "De Silvestri e Molinaro si giocano un posto sugli esterni insieme ad Ansaldi". "Vediamo oggi come sta".

Cosa può dire riguardo alle prestazioni di Adem Ljajic? Magari adesso sarà più facile anche grazie a Belotti che si è sbloccato: siamo molto contenti per lui. Se non dovesse convincermi andrà in panchina come tutti gli altri.

"Era importante per diversi motivi: per la qualificazione alla quale tenevamo molto, per vedere all'opera alcuni giovani, per ritrovare il gol degli attaccanti".

Infine una battuta sull'esonero di Montella: "Mi dispiace per l'esonero visto che è un mio amico, ma sono contento per Gattuso dato che anche lui è un mio amico".