Elezioni, Di Maio: Osce pronta a monitorare

Regolare Commento Stampare

Poi si è visto dalle inchieste quanto voto di scambio c'è stato, quante irregolarità si sono verificate sulle promesse di voto, nulla a che fare col consenso e il voto libero. La macchina elettorale che si occuperà di raccogliere i fondi per la corsa dei 5 Stelle verso le politiche 2018 è composta da Dario De Falco, Pietro Dettori e Vincenzo Spatafora.

Così Luigi Di Maio e alcuni parlamentari di M5s nella lettera inviata a Michael Georg Link, Direttore dell'ODIHR, Ufficio OSCE per le Istituzioni Democratiche ed i Diritti Umani e a Roberto Montella, Segretario Generale OSCE dove si richiede anche un "focus sulla situazione dei media e del tempo da loro dedicato ai vari gruppi politici". Al suo posto ci saranno gli uomini di Di Maio. A chi in serata, curiosando, ha chiesto come mai la fidanzata non fosse con lui nella trasferta milanese, il vicepresidente M5s della Camera ha risposto che "da oltre un mese la nostra relazione sentimentale è finita, ma siamo rimasti in ottimi rapporti". E' finita, infatti, la storia d'amore tra il candidato premier alle prossime elezioni del Movimento 5 Stelle e Silvia Virgulti, esperta di comunicazione e coach dei grillini per le ospitate in tv.