Canada, pescata un'aragosta con il marchio Pepsi sulla chela

Regolare Commento Stampare

L'insolita scoperta è avvenuta in Canada, su un crostaceo pescato al largo dell'isola Grand Manan, nel New Brunswick.

A riportare la notizia diversi grandi media internazionali, tra cui il Guardian.

"Ma quello è il marchio della Pepsi!". Karissa Lindstrand, che ha scattato la foto, ha dichiarato: "Bevo molta Pepsi, è la mia bevanda preferita".

A questo punto resta da capire come sia potuto accadere; la tesi più accreditata, ma non per questo certa, è che il crostaceo sia stato a contatto per troppo tempo con una lattina e che per questo adesso ha questo tatuaggio. Una delle ipotesi è che l'animale sia cresciuto attaccato alla lattina e che l'immagine si sia trasferita sulla chela. La foto, più di ogni altro monito degli esperti e delle associazioni di tutela ambientale, potrebbe sensibilizzare la popolazione mondiale sugli effetti perversi dell'inquinamento e sui rischi per tutto il pianeta.

"Sono abituata a bere quasi 12 lattine di Pepsi al giorno, quel marchio lo riconosco - ha affermato alla stampa canadese la Lindtsrand - Sembrava che la stampa si fosse impressa sulla chela".

Il curioso avvenimento però riapre una pagina che è bene non chiudere mai: l'inquinamento dei nostri mari. Ciò che è certo è che la foto ha riportato l'attenzione del mondo sul problema dei rifiuti galleggianti presenti nei mari di tutto il mondo.